EVENTI 2020

21.06.2020

Edoardo De Angelis in "Storie da raccontare"  |   Chiesa Parrocchiale di San Canciano Martire, PRATO CARNICO (UD)  |  h. 18:30
 
3° Festival dell'Archeologia Pubblica "senzaConfini"

Un nuovo appuntamento con il concerto di Edoardo De Angelis "Storie da raccontare", dopo i successi al Museo Archeologico di Aquileia (UD), al Castello di Miramare a Trieste e al Museo Etrusco di Villa Giulia a Roma.
Nel corso di questo spettacolo proveremo a cucire insieme, con il filo del sentimento, canzone d'autore e archeologia.
Quali sono gli elementi che possono avvicinare il lavoro del cantautore a quello dell'archeologo? Quest'ultimo scava, entra con i suoi strumenti nella terra, per cercare cose, oggetti, memorie che il passato ha sepolto. Chi scrive canzoni sulla vita e sui sentimenti delle persone, sulla loro storia, sulla loro posizione nel mondo, in fondo esercita un mestiere non troppo differente: scava nelle pagine del tempo, negli umori che distinguono un'anima da un'altra anima. Il cantautore, se ascoltato, è come il richiamo di una voce interiore che può aiutare a percepire sottili tracce, pensieri a volte apparentemente perduti, a volte solo accantonati. La canzone d’autore è un setaccio attraverso il quale la sabbia, la terra delle cose e del tempo passano, lasciando piccoli tesori di comprensione e umanità.

22.07.2020

Edoardo De Angelis in "Storie da raccontare"  |   Parco Festeggiamenti - Via Tolmezzo, TAVAGNACCO (UD)  |  h. 21:00
 
3° Festival dell'Archeologia Pubblica "senzaConfini"

Un nuovo appuntamento con il concerto di Edoardo De Angelis "Storie da raccontare", dopo i successi al Museo Archeologico di Aquileia (UD), al Castello di Miramare a Trieste e al Museo Etrusco di Villa Giulia a Roma.
Nel corso di questo spettacolo proveremo a cucire insieme, con il filo del sentimento, canzone d'autore e archeologia.
Quali sono gli elementi che possono avvicinare il lavoro del cantautore a quello dell'archeologo? Quest'ultimo scava, entra con i suoi strumenti nella terra, per cercare cose, oggetti, memorie che il passato ha sepolto. Chi scrive canzoni sulla vita e sui sentimenti delle persone, sulla loro storia, sulla loro posizione nel mondo, in fondo esercita un mestiere non troppo differente: scava nelle pagine del tempo, negli umori che distinguono un'anima da un'altra anima. Il cantautore, se ascoltato, è come il richiamo di una voce interiore che può aiutare a percepire sottili tracce, pensieri a volte apparentemente perduti, a volte solo accantonati. La canzone d’autore è un setaccio attraverso il quale la sabbia, la terra delle cose e del tempo passano, lasciando piccoli tesori di comprensione e umanità.

24.07.2020

Edoardo De Angelis in "Il Tempo sconosciuto"  |   Museo Carnico delle Arti Popolari  - Via della Vittoria 2, TOLMEZZO (UD)  |   h. 18:00

 

Festival "Frattempi. Arte e artigianato nella Valle del Tempo"


IL TEMPO SCONOSCIUTO – Un recital di Edoardo De Angelis.
Il tempo ha attraversato la vita e le canzoni di Edoardo De Angelis rispettandone la coerenza e rendendo il loro bagaglio pesante di suggestioni, esperienza e sentimenti. È stato – a volte in maniera più chiara e diretta, altre volte in misura più lieve e discreta – un elemento importante del pensiero, della scrittura, ed è naturalmente divenuto, col passare degli anni, protagonista di molte canzoni. Il tempo dell’attesa de La gara di sogni, il tempo di vivere Un dolore più gentile, il tempo troppo lento di ogni Brutta storia, quello troppo veloce dell’Amore, il tempo infinito di Galileo, Il tempo sconosciuto. Per un artista esistono sicuramente il coraggio della memoria e la speranza impaziente del futuro, ma soprattutto, a muovere il suo passo, è la tentazione di fermare il presente, per descrivere la sua essenza, e farlo vivere in eterno, al di là del tempo.

14.08.2020

Edoardo De Angelis & Michele Ascolse in "Il cantautore necessario"  |   Teatro Don Paolo Stefani - Via Giuseppe Cristofori, CAPRAROLA (VT)   |   h. 21:30
Festival "Di Voci e Di Suoni"

Venerdì 14 agosto, alle ore 21.30, un concerto da non perdere al Teatro Don Paolo Stefani di Caprarola (VT): Edoardo De Angelis e Michele Ascolese, con chitarre, bouzouki e voce, porteranno il pubblico a viaggiare tra le canzoni dei più grandi cantautori italiani. Lo spettacolo proposto è tratto dal disco “Il cantautore necessario”, album che ha avuto come produttore d’eccezione Francesco De Gregori.

22.08.2020

Edoardo De Angelis in "Storie da raccontare"  |   Teatro Kursaal - Via Roma 6, AURONZO DI CADORE (BL)   |   h. 21:00

 

3° Festival dell'Archeologia Pubblica "senzaConfini"


Un nuovo appuntamento con il concerto di Edoardo De Angelis "Storie da raccontare", dopo i successi al Museo Archeologico di Aquileia (UD), al Castello di Miramare a Trieste e al Museo Etrusco di Villa Giulia a Roma.
Nel corso di questo spettacolo proveremo a cucire insieme, con il filo del sentimento, canzone d'autore e archeologia.
Quali sono gli elementi che possono avvicinare il lavoro del cantautore a quello dell'archeologo? Quest'ultimo scava, entra con i suoi strumenti nella terra, per cercare cose, oggetti, memorie che il passato ha sepolto. Chi scrive canzoni sulla vita e sui sentimenti delle persone, sulla loro storia, sulla loro posizione nel mondo, in fondo esercita un mestiere non troppo differente: scava nelle pagine del tempo, negli umori che distinguono un'anima da un'altra anima. Il cantautore, se ascoltato, è come il richiamo di una voce interiore che può aiutare a percepire sottili tracce, pensieri a volte apparentemente perduti, a volte solo accantonati. La canzone d’autore è un setaccio attraverso il quale la sabbia, la terra delle cose e del tempo passano, lasciando piccoli tesori di comprensione e umanità.
Canzoni di Edoardo De Angelis.
Testi: Edoardo De Angelis, Roswitha Del Fabbro

29.08.2020

Festival "Ferentino Acustica"  |   Piazza Matteotti, FERENTINO (FR)   |   h. 21:00

 

Sabato 29 agosto, in Piazza Matteotti a Ferentino (FR), Edoardo De Angelis sarà ospite per il terzo anno consecutivo del Festival di Chitarra Ferentino Acustica, giunto alla 18a edizione.

30.08.2020

Edoardo De Angelis in "Storie da raccontare"  |   Palazzo Rospigliosi - Piazza Indipendenza 6, ZAGAROLO (RM)   |   h. 21:00

 

3° Festival dell'Archeologia Pubblica "senzaConfini"


Un nuovo appuntamento con il concerto di Edoardo De Angelis "Storie da raccontare", dopo i successi al Museo Archeologico di Aquileia (UD), al Castello di Miramare a Trieste e al Museo Etrusco di Villa Giulia a Roma.
Nel corso di questo spettacolo proveremo a cucire insieme, con il filo del sentimento, canzone d'autore e archeologia.
Quali sono gli elementi che possono avvicinare il lavoro del cantautore a quello dell'archeologo? Quest'ultimo scava, entra con i suoi strumenti nella terra, per cercare cose, oggetti, memorie che il passato ha sepolto. Chi scrive canzoni sulla vita e sui sentimenti delle persone, sulla loro storia, sulla loro posizione nel mondo, in fondo esercita un mestiere non troppo differente: scava nelle pagine del tempo, negli umori che distinguono un'anima da un'altra anima. Il cantautore, se ascoltato, è come il richiamo di una voce interiore che può aiutare a percepire sottili tracce, pensieri a volte apparentemente perduti, a volte solo accantonati. La canzone d’autore è un setaccio attraverso il quale la sabbia, la terra delle cose e del tempo passano, lasciando piccoli tesori di comprensione e umanità.
Canzoni di Edoardo De Angelis.
Testi: Edoardo De Angelis, Roswitha Del Fabbro

02.10.2020

Edoardo De Angelis & Neri Marcorè "Due amici dopo cena"  |   Teatro Miotto, Viale Barbacane 15, SPILIMBERGO (PN)   |   h. 20:30

 

Edoardo De Angelis conduce un’intervista con Neri Marcorè, che diventa, via via, un incontro musicale: due chitarre, una bottiglia di vino, spartiti e appunti sparsi sul tavolo, tra chiacchiere e canzoni, come due buoni amici dopo cena.

Neri ed Edoardo hanno cantato insieme ormai in mille occasioni, e in tanti teatri, a partire dal palco gigantesco del Concertone del Primo maggio, a Roma, in Piazza San Giovanni, davanti a 500mila persone, fino a quelli, più raccolti e magici, di piccoli teatri, passando per i molti concerti di Neri organizzati assieme, da Le mie canzoni altrui al recente FolkExpress. In questi divertenti incontri, chiamati Due amici dopo cena (tra chiacchiere e canzoni) Edoardo induce l’amico Neri a parlare della sua vita, della carriera di attore tra cinema, tv, radio, pubblicità e musica, a raccontare avventure e storie passate ed episodi curiosi. Tra un racconto e l’altro, i due ricordano con amore, e molta benedetta improvvisazione, una collana di canzoni, dalle più conosciute di Edoardo, a quelle dei cantautori più amati da entrambi, tra i quali certamente De André, Tenco, Gaber, Endrigo, De Gregori, Dalla, Fossati. La formula è inconsueta, e particolarmente gradita dal pubblico. Non si tratta di un vero e proprio concerto, ma piuttosto di una riunione tra amici, perfetta per creare un legame ideale tra gli artisti sul palco e le persone in sala, a fare da vibrante cornice. Lo conferma la consueta, puntuale ed esagerata richiesta di “bis”.

© 2021 by EDOARDO DE ANGELIS - tutti i diritti riservati / Privacy e condizioni d'uso / Cookie Policy

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now